lug 19

Elengo log ricevuti CONTEST VHF del SUD 2017

Pubblichiamo l'elenco dei log pervenuti , seguirá classifica :

IQ9QV
IT9BLY
IK3XTT
IU5ICR
IU4HRJ
IK4ZHH
IW5AXW
F5VKV
IK2RLN
IS0YFG
IZ8EWD
IZ8WGU
I0YLI
EA1HRR
IK5LWE
I4JEE
IW1ANL
IQ3VQ
IU2GID
IV3LNQ
IZ8IBC
IT9BDM

73 IQ9DE

mag 08

14a MOSTRA E SCAMBIO APPARECCHIATURE, ATTREZZATURE E MATERIALE fra RADIOAMATORI

liotru

 

 

 

CHIUNQUE VOLESSE PARTECIPARE COME ESPOSITORE, DOVRÁ OBBLIGATORIAMENTE COMPILARE IL FORM DI PARTECIPAZIONE AL SEGUENTE LINK :

 

MODULO DI ISCRIZIONE

 

 

mag 03

CONTEST VHF DEL SUD 2017 – RISULTATI CONTEST 2016

CONTEST VHF DEL SUD

Edizione 2017

PARTECIPANTI: Possono partecipare tutti gli OM ed SWL italiani e stranieri

 

DATA E ORARIO:  l’ultima domenica di giugno.

Dalle 07.00 utc alle 15.00 utc di Domenica 25 giugno 2017.

 

BANDA: 50 e 144 MHz secondo le direttive del Band Plan IARU

 

MODI: SSB  non sono validi i collegamenti via EME, satellite o ripetitore di qualsiasi tipo.

 

CATEGORIE:

- A2      stazioni zona 9 (2 metri)

- A6      stazioni zona 9 (6 metri)

- F2      Stazioni Fisse operanti non dalla zona 9 (2 metri)

- F6      Stazioni Fisse operanti non dalla zona 9  (6 metri)

- P2      stazioni portatili operanti non dalla zona 9 (2 metri)

- P6      stazioni portatili operanti non dalla zona 9  (6 metri)

 

 

E’ possibile partecipare sia alla categoria dei 2 metri che in quella dei 6 metri!

ovviamente è impossibile partecipare sia come stazione fissa che stazione portatile!!!

Vi ricordo che (come concordato a Ravenna con tutti i manager al convegno Romagna 2015) le stazioni che operano nella propria call-area NON devono aggiungere nulla al proprio nominativo, le stazioni che operano al di fuori della propria call-area dovranno invece specificarlo, ad esempio se it9rkr si trova a Genova opererà con il nominativo it9rkr\1.

 

Nota : Le stazioni portatili dovranno rispondere alle seguenti caratteristiche: Alimentazione autonoma; non possono essere installate in nessun immobile con caratteristiche permanenti o semipermanenti; non e’ consentito l’uso di antenne già installate in modo permanente.

 

COLLEGAMENTI: SSB-CW; ogni stazione (operante da un determinato locatore) potrà essere collegata una sola volta.

Eventuali QSO doppi saranno eliminati in fase di verifica.

 

RAPPORTI:  progressivo + RS(T) + WW Locator completo formato 6 digit (es JM77NM)

 

PUNTEGGIO:

  • UN punto per chilometro per QSO effettuati con stazioni  operanti FUORI dalla ZONA 9;
  • DUE punti per chilometro per QSO  effettuati con stazioni operanti dalla zona “9″.

 

 

 

LOG

 I log in formato .EDI completi di tutti i dati necessari dovranno pervenire direttamente collegandosi con il sito della sezione ARI di Catania, www.arict.it dove ci sarà una pagina dedicata al caricamento dei log, con la possibilità, (grazie al sito www.enzolog.org) di creare il  proprio log inserendo i vari qso effettuati, oppure a mezzo e-mail all’indirizzo maratonadelsud@hotmail.it

Non saranno accettati log cartacei on in altri formati elettronici. Il log dovrà riportare il nominativo utilizzato e specificare la categoria di partecipazione (es. F-IT9AAA.EDI).

I Log dovranno pervenire entro DOMENICA 02 luglio e sarà data conferma di ricezione ad ogni log correttamente ricevuto, si potrà inoltre controllare l’ avvenuta ricezione del log  all’ interno del sito www.arict.it.

 

INFO WEB: Informazioni aggiuntive potranno essere reperite o pubblicate sulla pagina  www.arict.it

PREMI:

Una COPPA al vincitore di ogni categoria

Un diploma di partecipazione a tutti coloro che ne faranno richiesta verrà reso disponibile in formato PDF

Uno o più premi speciali offerti da sponsor potranno essere messi in palio, di questi premi si darà notizia tramite il sito web www.arict.it

 

L’indirizzo su cui verranno pubblicati i dati ufficiali del contest è: www.ari.it e successivamente  www.arict.it.

 

SI INVITANO LE STAZIONI A NON OCCUPARE LE FREQUENZE DI CHIAMATA DX SULLE VARIE BANDE E AL RISPETTO DEI BAND-PLAN IARU.

 

 

===========================================================================================================

CLASSIFICA 2016

Capture Capture1 Capture2 Capture3

apr 22

Controllare un ripetitore digitale MMDVM con ” Telegram “

Ciao a tutti

vista la grande evoluzione che stanno avendo i ponti ripetitori digitali, comincia a farsi sentire la grande necessità di poter gestire e quindi controllare in remoto la grande maggioranza delle funzioni che esso mette a disposizione .

Tempo fa presi spunto da un articolo pubblicato sul sito del ” Gruppo Radio Firenze”

 

https://www.grupporadiofirenze.net/2016/11/25/controlliamo-nostro-ponte-ripetitore-telegram/

 

e da li ho implementato diverse funzioni per gestire facilmente i ponti ripetitori basati sul sistema MMDVM di Jonathan G4KLX , ovviamente è richiesta una minima conoscenza di Linux .

Non aggiungo quanto già scritto nell’ articolo indicato sopra, quindi questa guida è solo un addon a quanto già descritto .

I ponti ripetitori MMDVM sono multimodo, quindi permettono di poter facilmente implementare i 3 sistemi digitali attualmente disponibili per noi radioamatori, cioè DSTAR, C4FM e DMR , è possibile renderli fruibili contemporaneamente ( sempre uno per volta )  in base alla richiesta , se ad esempio l’ operatore richiede l’ utilizzo del DMR il ponte commuta in DMR escludendo di conseguenza gli altri due modi, se richiede il DSTAR stessa cosa e così via, potrebbe anche essere necessario fissare il ponte ripetitore solo su un modo, per questo motivo, va editato di volta in volta il file MMDVM.ini escludendo quelli non utilizzati , operazione non semplice se si vuole farla velocemente.

Mi venne l’ idea di creare tanti MMDVM.ini chiamati con nome diverso , richiamabili ondemand dal sysop in base alle esigenze, tutto questo lo si può fare agilmente con telegram, lanciando dei comandi linux specifici.

Per esempio, voglio che il ripetitore resti fisso in DSTAR, userò un MMDVM.ini, che chiameremo MMDVM_DSTAR.ini, usando la sintassi :

Cattura

fate attenzione all’ indentazione, il python richiede questo tipo di formattazione del testo .

 

E’ ovviamente possibile anche fare STOP, START e RESTART del processo MMDVMHost :

 

Cattura

 

E’ inoltre possibile monitorare altre cose, ad esempio la temperatura del finale TX, tramite un sensore di temperatura DALLAS 18b20 che va configurato sul raspberry nel seguente modo :

raspberry-pi-ds18b20-connections (1)

 

dopo averlo collegato usare i seguenti comandi per configurarlo :

sudo modprobe w1-gpio && sudo modprobe w1_therm

adesso editiamo il file :

sudo nano /boot/config.txt

e aggiungiamo alla fine del file la riga :

dtoverlay=w1-gpio

e facciamo un reboot.

Adesso saremo in grado di vedere il sensore :

ls -l /sys/bus/w1/devices/

troverete il sensore con un indirizzo in questo formato : 28-00000xxxxxx

da qui lanciando :

cat /sys/bus/w1/devices/28-00000283c6cd/w1_slave

find-ds18b20-temperature-sensor

 

potete leggere la temperatura rilevata .

con un po’ di comandi linux per estrarre la temperatura, si può agilmente con telegram visualizzare la temperatura del finale e trasmetterla anche in dstar usando il comando : texttransmit

 

Cattura

 

 

Col DSTAR è possibile usare numerosi comandi tramite riga di comando , il comando ”  remotecontrold ” , permette numerose funzioni, ad esempio, cambiare il reflector di ircddbgateway in questo modo :

 

remotecontrold iw9grl_b link never xrf077_b

 

la sinstassi python per telegram diventerà :

 

Cattura

 

 

Risulta utile, monitorare i file di log di MMDVM, ad esempio, voglio vedere gli ultimi ID DMR che sono transitati dalla rete,  i comandi awk e gawk vengono in nostro aiuto :

Cattura

 

 

come potete vedere numerose sono le funzioni implementabili, con un po’ di inventiva si possono fare tante altre cose .

Resto a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti

 

 

73 de Daniele IW9GRL

 

 

 

 

 

 

 

Post precedenti «