P.N.R.F. (Piano Nazionale Ripartizione Frequenze) 2018 (a tutt’oggi vigente)

DECRETO MINISTERIALE  05 Ottobre 2018

Approvazione del nuovo Piano nazionale di ripartizione delle frequenze tra 0 e 3.000 Ghz.

Pubblicato sulla G.U.R.I. (Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana) Serie Generale n°244 del 19/10/2018 – Supplemento Ordinario n°49

Il P.N.R.F. rappresenta un vero e proprio piano regolatore delle frequenze che consente di verificare l’efficiente utilizzazione dello spettro radio, al fine di riorganizzare la risorsa spettrale tra i servizi di radio e di gestire al meglio gli eventuali contenziosi con i Paesi frontalieri.

Scopo del Piano è di pianificare, in ambito nazionale e in tempo di pace le attribuzioni ai diversi servizi delle bande di frequenze oggetto del piano, indicare per ciascun servizio, nell’ambito delle singole bande, l’autorità governativa preposta alla gestione delle frequenze, nonché le principali utilizzazioni civili; verificare l’efficiente utilizzazione dello spettro, al fine di liberare risorse per il settore televisivo e di gestire al meglio gli eventuali contenziosi con i Paesi frontalieri.

Il PNRF recepisce nella legislazione nazionale il Regolamento delle radiocomunicazioni che viene periodicamente modificato dagli atti finali delle “Conferenze mondiali delle radiocomunicazioni” (WRC), l’ultima delle quali si è tenuta a Ginevra nel 2015.

Recepisce inoltre i provvedimenti approvati dalla Unione Europea (obbligatori) ed i provvedimenti della CEPT (Conferenza europea delle poste e telecomunicazioni), se ritenuti necessari in quanto questi vengono implementati su

P.N.R.F.  2018 (Piano Nazionale di Ripartizione Frequenze) 

TABELLA  da 0 a  27.500 Khz

TABELLA da 27.500 Khz a 10.000 Mhz

TABELLA da 10.000 Mhz a 3.000 Ghz

73 de IQ9DE