↑ Torna a Ari Scuola

Anno 2009 – ITIS G.Marconi – Catania

L’ARI DI CATANIA IN VISITA ALL’ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE
“GUGLIELMO MARCONI”

Proseguendo nel consueto programma di visite nelle scuole, lo scorso 9 maggio la sezione di
Catania si è recata in forze presso l’Istituto della nostra città intitolato al grande Inventore della
Radio, che ospita numerose sezioni di Informatica e in Telecomunicazioni.
Grazie all’interessamento del suo Dirigente Scolastico Ing. Orazio Lombardo, d’intesa con la
nostra Presidentessa IT9EGM Eleonora Manglaviti, si era infatti provveduto ad organizzare,
secondo gli schemi già in passato sperimentati in altre Scuole del catanese, una serie di incontri
nel corso della mattinata per numerose classi dell’Istituto appartenenti alle Sezioni di Informatica,
Telecomunicazioni ed Edile, mirati ad illustrare compiutamente in cosa consiste l’attività
radiantistica.
La giornata iniziava di prima mattina con la veloce installazione, a cura del “team scuola”,
composto da IW9HPC Mario Zappalà, IT9CJK Marco Zappalà, IT9BUW Salvatore Blanco e
dall’esperto IT9GKZ Pippo Guzzardi, che aveva effettuato un sopralluogo nei giorni precedenti,
delle due antenne che sarebbero state utilizzate dalle stazioni operanti dall’Aula Magna della
Scuola, una Outback 250 ed un whip mobile per i 20 mt.
Predisposte velocemente le stazioni, a partire dalle ore 9 cominciavano le tre sessioni di
presentazione agli studenti; ognuna di esse, preceduta da un saluto della Presidentessa IT9EGM,
iniziava con la proiezione di una videopresentazione realizzata da IT9RYJ Nuccio Rizzo,
contenente anche degli interessanti file audio esemplificativi e finalizzata a fornire un quadro
d’insieme delle principali branche dell’attività di amatore, che lo stesso OM commentava, con
l’aiuto alla console prima di IW9HPC Mario Zappalà e poi di IW9HQP Andrea Bonaccorso.
Successivamente il nostro istruttore di telegrafia IT9QAU Ferdinando Salerno, che nel frattempo
macinava numerosi collegamenti in CW, consentiva agli studenti di comprendere meglio questa
sempre affascinante branca della nostra attività grazie ad un software di decodifica che veniva
proiettato sullo schermo, che permetteva un’agevole lettura degli elementi del collegamento in
telegrafia trasmessi dall’operatore e dal suo corrispondente.
Infine, i ragazzi potevano seguire dal vivo dei collegamenti in fonia con stazioni italiane sia sulla
banda dei 40 metri, che con stazioni europee su quella dei 20 metri, ed osservare da vicino le
apparecchiature utilizzate, fra le quali spiccava un nuovissimo ICOM IC7700, messo a disposizione
per l’occasione dalla Ditta F.lli Merlina, da sempre vicina alle attività della nostra Sezione.
Numerose, in ciascuna sessione, le domande da parte degli alunni, desiderosi di avere chiariti sia
alcuni aspetti tecnici che altri di carattere più generale, ma altrettanto interessanti, della nostra
attività; la richiesta dell’indirizzo della nostra Sezione e degli orari di apertura avanzata da numerosi
studenti lascia sperare di avere ben seminato, e che in un futuro qualche nuovo OM possa venire
fuori dalla schiera di diplomati che ogni anno viene sfornata da questo prestigioso Istituto.
Anche quest’anno quindi non è mancato il tradizionale appuntamento con le Scuole da parte
dell’ARI Catanese per la divulgazione dell’attività di amatore fra i ragazzi, con la consueta speranza
che alcuni di essi possano in futuro contribuire a rafforzare le fila degli OM nel nostro paese.