↑ Torna a Ari Scuola

Anno 2007 – Polivalente S.Giovanni La Punta

L’ARI NELLE SCUOLE – LA SEZIONE ARI DI CATANIA PRESSO L’ISTITUTO
TECNICO INDUSTRIALE “G. FERRARIS” DI SAN GIOVANNI LA PUNTA

Anche quest’anno siamo tornati “sul luogo del delitto”, e cioè all’ITIS “G. Ferraris” di San
Giovanni La Punta che, grazie agli accordi preventivamente presi fra il Preside Prof. Alfio Pennisi
e la nostra Presidentessa IT9EGM Eleonora Manglaviti, vedeva sabato 19 maggio 2007 l’ormai
consueto sbarco in forze dei Soci della nostra Sezione nell’Aula magna della scuola.
Nei giorni precedenti IT9GKZ Pippo Guzzardi, aiutato da IT9MEJ Vincenzo Gagliano aveva
provveduto ad installare l’antenna, una verticale multibanda gentilmente messa a disposizione
dalla Ditta F.lli Merlina Snc di Tremestieri Etneo, sempre vicina alle attività della nostra Sezione,
che sarebbe servita per le operazioni in CW del nostro istruttore IT9QAU Ferdinando Salerno; per
il secondo RTX, il mio solito FT897 ‘da campagna’, che sarebbe servito ad illustrare le attività
in fonia e in digitale sulle altre bande, mi sarei dovuto arrangiare, non avendo potuto predisporre
nulla in quanto fuori sede per lavoro fino al venerdì sera precedente la manifestazione. Risolvevo
il problema il sabato mattina stesso installando alla meglio la mia antenna verticale da mobile con
inserito lo stilo dei 20 mt.
In un’Aula affollatissima di studenti delle quarte e quinte classi apriva la giornata IT9EGM con il
consueto saluto dell’Associazione ed una breve introduzione sul Servizio di Amatore e sulle sue
principali peculiarità, quali la sperimentazione e l’intervento nel settore della Protezione Civile con
il gruppo ARI RE.
Toccava quindi a me l’illustrazione in dettaglio delle varie branche della nostra attività, per la quale
mi servivo dell’ormai collaudata videopresentazione da noi a suo tempo realizzata, che contiene
delle interessanti registrazioni audio, quali un collegamento con la Stazione Spaziale ISS, un
QSO ‘on burst’ in meteor scatter ed un collegamento EME; un piccolo problema relativo invece
all’audio del parlato mi costringeva a commentare ‘a braccio’ facendo scorrere le varie slides in
manuale, ma tutto sommato andava anche meglio così.
Nel frattempo era entrata in azione la stazione operante in 40 metri CW, come sempre
magistralmente organizzata dal nostro istruttore di telegrafia IT9QAU Ferdinando Salerno,
anche stavolta dotata di PC e apposito software di decodifica per consentire a tutti i presenti di
comprendere il contenuto del QSO, proiettato sull’ampio schermo dal videobeam della scuola.
Mentre IT9QAU operava, illustravamo ai presenti quanto avveniva, grazie anche all’aiuto di un OM
di Caltagirone con il quale veniva effettuato un simpatico collegamento.
A questo punto i ragazzi potevano avvicinarsi alle nostre postazioni per seguire da vicino oltre
alle attività in CW anche la stazione operata in 20 metri SSB da IW9EJP Vincenzo Musumeci, da
IW9HPC Mario Zappalà e da me, che oltre ad alcuni QSO con stazioni europee, ci consentiva di
illustrare anche le attività nei modi digitali RTTY, PSK31 e SSTV.
Un momento particolarmente emozionante è stato rappresentato dal collegamento, non preordinato
quanto inaspettato e con tanto di pile-up da superare, con i ragazzi dello 095 DX Team della nostra
Sezione IW9GUR Davide, IW9HLM Angelo, IW9HQP Andrea e IT9RKR Andrea, proprio in
quella giornata in azione per attivare la nuova reference IIA ME-040 Scoglio delle Sirene (vds
articolo su RR 07/08 2007). Doveroso consegnare il microfono alla Presidentessa IT9EGM che
riprendeva per complimentarsi con i colleghi per l’operazione brillantemente svolta: due attività
contemporanee della nostra Sezione unite da quel meraviglioso strumento che è la Radio, cuore
della nostra passione.
Anche in questa occasione, numerosissime sono state le domande e le richieste di chiarimenti da
parte dei ragazzi, alcuni dei quali evidentemente interessati e già ‘catturati’ dal fascino della radio,
cui gli interlocutori IW9HPC, IW9EJP, IT9QAU, IT9GKZ e gli altri non mancavano di fornire
esaurienti risposte fino allo scadere del periodo di tempo a disposizione.
L’incontro con gli studenti del “G. Ferrarsi” è davvero diventato un classico fra gli appuntamenti
della nostra Sezione con il mondo della Scuola, un’occasione sempre unica e particolarmente
efficace per la diffusione della conoscenza del Servizio di Amatore fra la popolazione scolastica.

Non ci resta che ringraziare ancora una volta tutti i Soci che si sono prodigati nella circostanza e
augurare al Preside e agli insegnanti presenti un … arrivederci al 2008!

IT9RYJ Sebastiano Rizzo
Via G. Vagliasindi 39
95126 CATANIA
smrizzo@tiscali.it