↑ Torna a Ari Scuola

Anno 2006 – Polivalente S.Giovanni La Punta

L’ARI NELLE SCUOLE – LA SEZIONE ARI DI CATANIA PRESSO L’ISTITUTO
POLIVALENTE DI SAN GIOVANNI LA PUNTA

Come ogni anno, la Sezione di Catania ha organizzato un intervento presso un Istituto Scolastico,
finalizzato alla diffusione dell’attività di amatore; questa volta è toccato all’ITIS “G. Ferraris” di
San Giovanni La Punta che, grazie agli accordi preventivamente presi fra il Preside Prof. Alfio
Pennisi e la nostra Presidentessa IT9EGM Eleonora Manglaviti, vedeva sabato 1 aprile 2006 uno
sbarco in forze dei Soci della nostra Sezione nell’Aula magna della scuola.
Nei giorni precedenti IT9GKZ Pippo Guzzardi e IT9BJB Salvatore Piazzo avevano provveduto
ad installare un dipolo per la banda dei 40 mt; per buona misura, poco prima dell’inizio della
manifestazione, sempre con l’aiuto di Pippo e Turi e di IW9HPC Mario Zappalà, ormai pratici del
plesso del tetto scolastico, installavamo anche un verticale per i 20 metri e una antenna V-UHF.
In un’Aula affollatissima di studenti delle quarte e quinte classi apriva la giornata IT9EGM con
il saluto dell’Associazione ed una breve introduzione sul Servizio di Amatore, cui faceva seguito
quello del Presidente del Comitato Regionale Sicilia IT9ICS Santo Coppola, che non mancava di
evidenziare gli aspetti sociali e culturali del radiantismo, quali la sperimentazione e l’intervento nel
settore della Protezione Civile con il gruppo ARI RE.
Per una migliore comprensione delle principali branche dell’attività radiantistica avevamo per
tempo preparato una videopresentazione contenente anche alcune interessanti registrazioni audio,
quali, ad esempio, un collegamento con la Stazione Spaziale ISS, un QSO ‘on burst’ in meteor
scatter ed un collegamento EME, che veniva proiettata a beneficio degli intervenuti.
Nel frattempo era entrata in azione la stazione operante in 40 metri CW, magistralmente organizzata
dal nostro istruttore di telegrafia IT9QAU Ferdinando Salerno, che aveva opportunamente
predisposto anche una postazione multimediale con apposito software di decodifica per consentire
a tutti i presenti di comprendere il contenuto del QSO, proiettato sullo schermo del videobeam della
scuola grazie alla perfetta supervisione tecnica del figlio di IT9GKZ ed IT9EGM Piero Guzzardi in
servizio presso l’Istituto. Mentre IT9QAU operava, un altro grafista d’eccezione, IT9BJB Salvatore
Piazzo, illustrava ai presenti quanto avveniva; per agevolare questa dimostrazione ci veniva in aiuto
il caro amico IT9TWC Renato Piccoli, Vicepresidente della Sezione di Caltagirone, con il quale
veniva effettuato un simpatico collegamento.
Si passava poi all’illustrazione dell’attività sulle bande superiori, con particolare riferimento alle
tecniche digitali ed il packet radio; a titolo esemplificativo veniva proiettata la mappa della rete
APRS provinciale, che ci consentiva di illustrare questa interessante applicazione del settore
digitale.
A questo punto gli studenti potevano seguire da vicino l’effettuazione di alcuni collegamenti
avvicinandosi alla stazione attiva in CW, affiancata da una seconda operata in 20 metri SSB da
IW9EJP Vincenzo Musumeci e IT9RYJ Nuccio Rizzo, che oltre ad alcuni QSO con stazioni
europee effettuavano anche attività nei modi digitali RTTY, PSK31 e SSTV. Numerosissime le
domande e le richieste di chiarimenti da parte dei ragazzi, cui gli interlocutori IW9HPC, IW9EJP,
IT9BJB e gli altri non mancavano di fornire esaurienti risposte fino allo scadere del periodo di
tempo a disposizione.
Il sabato successivo, su specifica richiesta del Professore Orazio Lombardo, si replicava,
stavolta a beneficio degli studenti dell’ITC “De Nicola”, per i quali, stante la minore conoscenza
dell’argomento, veniva integrata la videopresentazione con alcune slides relative alla propagazione
delle radioonde. Si ripeteva quindi il clichè della precedente occasione, dando anche questa volta
ampio spazio alla dimostrazione pratica con la realizzazione di collegamenti in CW, SSB e modi
digitali, con la stessa squadra di OM, rinforzata per l’occasione da IW9HOL Fabio Spampinato,
impegnati a rispondere alle numerose domande dei presenti.
Si è trattato insomma di un’ottima occasione per la diffusione della conoscenza del Servizio di
Amatore fra la popolazione scolastica, un’attività imprescindibile per la nostra Associazione, che ha
di recente stipulato una convenzione con il MIUR in tal senso, cui il C.D. della nostra Sezione non

ha mai mancato di porre particolare attenzione. Non ci resta che ringraziare tutti i Soci che si sono
prodigati nella circostanza e augurare loro un … arrivederci alla prossima Scuola!

IT9RYJ Sebastiano Rizzo