«

»

apr 22

Controllare un ripetitore digitale MMDVM con ” Telegram “

Ciao a tutti

vista la grande evoluzione che stanno avendo i ponti ripetitori digitali, comincia a farsi sentire la grande necessità di poter gestire e quindi controllare in remoto la grande maggioranza delle funzioni che esso mette a disposizione .

Tempo fa presi spunto da un articolo pubblicato sul sito del ” Gruppo Radio Firenze”

 

https://www.grupporadiofirenze.net/2016/11/25/controlliamo-nostro-ponte-ripetitore-telegram/

 

e da li ho implementato diverse funzioni per gestire facilmente i ponti ripetitori basati sul sistema MMDVM di Jonathan G4KLX , ovviamente è richiesta una minima conoscenza di Linux .

Non aggiungo quanto già scritto nell’ articolo indicato sopra, quindi questa guida è solo un addon a quanto già descritto .

I ponti ripetitori MMDVM sono multimodo, quindi permettono di poter facilmente implementare i 3 sistemi digitali attualmente disponibili per noi radioamatori, cioè DSTAR, C4FM e DMR , è possibile renderli fruibili contemporaneamente ( sempre uno per volta )  in base alla richiesta , se ad esempio l’ operatore richiede l’ utilizzo del DMR il ponte commuta in DMR escludendo di conseguenza gli altri due modi, se richiede il DSTAR stessa cosa e così via, potrebbe anche essere necessario fissare il ponte ripetitore solo su un modo, per questo motivo, va editato di volta in volta il file MMDVM.ini escludendo quelli non utilizzati , operazione non semplice se si vuole farla velocemente.

Mi venne l’ idea di creare tanti MMDVM.ini chiamati con nome diverso , richiamabili ondemand dal sysop in base alle esigenze, tutto questo lo si può fare agilmente con telegram, lanciando dei comandi linux specifici.

Per esempio, voglio che il ripetitore resti fisso in DSTAR, userò un MMDVM.ini, che chiameremo MMDVM_DSTAR.ini, usando la sintassi :

Cattura

fate attenzione all’ indentazione, il python richiede questo tipo di formattazione del testo .

 

E’ ovviamente possibile anche fare STOP, START e RESTART del processo MMDVMHost :

 

Cattura

 

E’ inoltre possibile monitorare altre cose, ad esempio la temperatura del finale TX, tramite un sensore di temperatura DALLAS 18b20 che va configurato sul raspberry nel seguente modo :

raspberry-pi-ds18b20-connections (1)

 

dopo averlo collegato usare i seguenti comandi per configurarlo :

sudo modprobe w1-gpio && sudo modprobe w1_therm

adesso editiamo il file :

sudo nano /boot/config.txt

e aggiungiamo alla fine del file la riga :

dtoverlay=w1-gpio

e facciamo un reboot.

Adesso saremo in grado di vedere il sensore :

ls -l /sys/bus/w1/devices/

troverete il sensore con un indirizzo in questo formato : 28-00000xxxxxx

da qui lanciando :

cat /sys/bus/w1/devices/28-00000283c6cd/w1_slave

find-ds18b20-temperature-sensor

 

potete leggere la temperatura rilevata .

con un po’ di comandi linux per estrarre la temperatura, si può agilmente con telegram visualizzare la temperatura del finale e trasmetterla anche in dstar usando il comando : texttransmit

 

Cattura

 

 

Col DSTAR è possibile usare numerosi comandi tramite riga di comando , il comando ”  remotecontrold ” , permette numerose funzioni, ad esempio, cambiare il reflector di ircddbgateway in questo modo :

 

remotecontrold iw9grl_b link never xrf077_b

 

la sinstassi python per telegram diventerà :

 

Cattura

 

 

Risulta utile, monitorare i file di log di MMDVM, ad esempio, voglio vedere gli ultimi ID DMR che sono transitati dalla rete,  i comandi awk e gawk vengono in nostro aiuto :

Cattura

 

 

come potete vedere numerose sono le funzioni implementabili, con un po’ di inventiva si possono fare tante altre cose .

Resto a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti

 

 

73 de Daniele IW9GRL